Come dovrebbero essere i piani di fidelizzazione delle PMI?

Come dovrebbero essere i piani di fidelizzazione delle PMI?

Un errore ricorrente quando si pianifica la strategia di marketing nelle piccole o grandi aziende è quello di focalizzare tutta l’attenzione sull’attrarre nuovi clienti, dimenticandosi di chi lo sia già (ma può smettere di esserlo!).

 

Quanto sopra avviene nonostante la consapevolezza che la fedeltà del cliente sia di solito più redditizia, richieda meno investimenti e meno sforzi.

 

In CEDEC, crediamo che sia importante che tutte le aziende familiari, creino un programma di fidelizzazione per premiare i clienti “Fedeli”, assicurando il mantenimento un livello di acquisti stabile o che addirittura lo aumentino in futuro, assumendoli al tempo stesso come ambasciatori del proprio marchio. Ecco perché condividiamo alcune raccomandazioni per progettare correttamente una strategia di fedeltà.

 

Per tutti i clienti

 

Allo stesso modo in cui si offrono condizioni vantaggiose ai nuovi clienti è ingiusto per i clienti storici, questo tipo di piano di fidelizzazione non dovrebbe essere rivolto a quei clienti che spendono di più, poiché chi consuma occasionalmente in azienda potrebbe sentirsi disprezzato e decidere di non continuare a farlo (ma sono proprio i clienti occasionali che potenzialmente hanno un percorso più attraenti per l'azienda, in quanto quelli che spendono di più tendono ad essere già abbastanza fedeli).

 

Ma personalizzati

 

Tuttavia, il fatto che la strategia debba riguardare tutti clienti non significa che vi sia un unico piano in cui tutti devono adattarsi, in quanto ciò rischia di rendere le campagne troppo generiche e di non attirare l'attenzione. Al contrario, è importante personalizzarle, e per fare questo è necessario conoscere bene i propri clienti, sapere come sono e poter adattare le azioni a ciascuno di loro.

 

E vicini

 

Per conoscere il cliente, è necessario parlare con lui, ascoltarlo e mantenere sempre aperto il flusso di comunicazione. Ma questo funziona in entrambe le direzioni, l'azienda deve anche comunicare, evitando l'errore di riprendere semplicemente il contatto quando c'è una promozione o succede qualcosa di speciale, informazioni sui prodotti, notizie quotidiane della società devono essere costanti (ma senza cadere in eccesso, saturando il cliente) attraverso i punti vendita e anche i canali digitali come i social network o e-mail. Inoltre, questa comunicazione deve essere il più possibile umana e naturale, evitando di concentrarsi su ciò che è troppo promozionale.

 

Favorire il passaparola

 

Un'azione sempre positiva è quella di premiare la referenza positiva, stimolando i clienti stessi ad agire come ambasciatori del marchio, incoraggiando i loro conoscenti a provare un particolare prodotto o servizio.

 

Questo è molto efficace perché la credibilità di un cliente è sempre maggiore di quella dell’azienda, e perché è una strategia che non ha un grande costo; ma come si può influenzare la clientela a raccomandare la nostra azienda? Una possibilità è attraverso i premi per chi inserisce l’azienda nei propri social network, dando in cambio una menzione speciale, la partecipazione a una estrazione a sorte o anche un piccolo sconto.

 

Non focalizzarsi sugli sconti

 

Un programma di fidelizzazione cerca di stabilire un rapporto a lungo termine con il cliente, e quindi non è molto redditizio farlo attraverso promozioni e sconti aggressivi. Naturalmente, si può prendere in considerazione un programma punti che dà il diritto a qualche vantaggio - che può essere economico - o sconti extra per gli iscritti al piano fedeltà, ma non dovrebbe mai essere la base strategica delle campagne di fidelizzazione dei clienti, perché se rimangono solo per lo sconto, vuol dire che non sono davvero fedeli.

 

In CEDEC, riteniamo essenziale che tutte le aziende sappiano mantenere i propri clienti, attraverso un eccellente servizio al cliente, ma anche attraverso programmi specifici e azioni mirate a questo scopo. In questo modo si costruisce una comunità fedele, che sosterrà la crescita dell'azienda aiutandola a progredire verso l'Eccellenza Imprenditoriale.

 

Foto: https://medium.com/authority-magazine/the-future-of-people-based-marketi...

Design by IDWeaver