Ecco come sarà l'ufficio di domani: più incentrato sui dipendenti, più innovativo e più collaborativo

Ecco come sarà l'ufficio di domani: più incentrato sui dipendenti, più innovativo e più collaborativo

Il mercato del lavoro ha conosciuto una profonda innovazione negli ultimi anni, un’evoluzione che è stata accelerata dalla crisi del coronavirus. Gli esperti parlano già della trasformazione del lavoro come della quarta rivoluzione industriale, un cambiamento a cui le imprese dovranno far fronte e per cui devono iniziare a prepararsi.

 

In CEDEC, sappiamo che questo processo rappresenterà una delle sfide più importanti per le aziende. Per questo, condividiamo questo articolo sul futuro del luogo di lavoro e su come sarà l’ufficio di domani.

 

I cambiamenti andranno molto al di là del telelavoro. Questo costituirà infatti solo una fase ulteriore, nell’evoluzione verso un nuovo modo di lavorare e una sorta di male minore, per affrontare problemi e situazioni puntuali. In futuro, i dipendenti saranno in ufficio, anche se questo non rimarrà lo stesso ‘per tutta la vita'.

 

Nel nuovo scenario, il dipendente è il protagonista assoluto. Gli uffici classici cesseranno di esistere, per lasciare il posto a spazi aperti e multidisciplinari dove il design semplificherà le cose per chi ci lavorerà.

 

La tecnologia consentirà alle imprese di disporre di personale più dinamico. Il nuovo metodo di lavoro funzionerà come un ambiente flessibile e collaborativo in cui l’innovazione verrà potenziata e potrà circolare. Il cloud o l’intelligenza artificiale renderanno impossibile il mantenimento delle vecchie strutture e saranno necessarie delle nuove realtà.

 

In aggiunta, le aziende dovranno affrontare l’importanza del lavoro di squadra. Come alcuni hanno scoperto durante il confinamento, costretti al lavoro da casa, e come certi esperti hanno già sottolineato in passato, il fatto che il personale sia unito, contribuisce a motivare e a rafforzare ulteriormente la collaborazione e l'innovazione.

 

La mancanza di coinvolgimento dei dipendenti è uno dei maggiori ostacoli nel raggiungimento dei risultati ed è molto comune. Secondo uno studio Gallup, l’87% dei dipendenti “sono attivamente disimpegnati”, oppure “scelgono di non impegnarsi” nel proprio lavoro. Le ragioni di questa disconnessione risiedono dentro ad un certo disincantamento e dentro ad una disconnessione emozionale con i loro spazi di lavoro.

 

Per risolvere questo problema, le aziende devono adottare questa rivoluzione all’interno dello spazio di lavoro e dei suoi principi. Un luogo di lavoro che favorisca il benessere fisico ed emozionale dei dipendenti, che li aiuti a sentirsi parte integrante dell’azienda e a legarsi con maggiore intensità ad essa. Questo li renderà più felici al lavoro e quindi più produttivi. E’ dunque essenziale avvalersi di pratiche come il Design Thinking, che pone l'essere umano al centro del processo di progettazione, o il Transformative Design, che è concepito in funzione del benessere del lavoratore.

 

In CEDEC, invitiamo le imprese ad interrogarsi su come sono i loro spazi di lavoro e se sono preparati ai cambiamenti che porterà questa rivoluzione industriale, quali gli ambienti di lavoro più aperti e più confortevoli per tutti i lavoratori. Tutte queste trasformazioni costituiranno per le aziende un ulteriore passo verso l’Eccellenza Imprenditoriale.

 

Design by IDWeaver