I quattro pilastri dell’impresa familiare che rischiano di essere danneggiati dalla crisi del coronavirus

I quattro pilastri dell’impresa familiare

Sebbene l'impatto più significativo del Covid-19 sulla società si sia verificato sulla salute, la pandemia ha colpito duramente anche le imprese. Le misure intraprese a favore di salute e sicurezza, i confinamenti preventivi di tanti paesi e la frattura con la normalità hanno ferito gravemente le imprese di tutte le dimensioni.

 

Le conseguenze di questa situazione si prolungheranno oltre i mesi già trascorsi e produrranno effetti diretti sulle aziende nel futuro. Per l'impresa di famiglia, il coronavirus è diventato una delle sfide principali e una delle minacce per la sua sopravvivenza.

 

In CEDEC, Società leader in Europa nella gestione, direzione e organizzazione per imprese familiari e PMI, dal 1965, siamo stati testimoni di come le diverse crisi economiche abbiano colpito le imprese familiari e, per questo, sappiamo quanto sia importante gestirle nel modo più efficace possibile.

 

Pertanto in questo articolo analizziamo quali sono i pilastri dell'impresa familiare che soffriranno maggiormente durante questa crisi. Di seguito, i punti in cui le imprese familiari saranno più colpite, per colpa della pandemia del coronavirus.

 

L’impresa

 

È il primo pilastro ad essere colpito. Se le aziende in generale sono colpite dalla situazione, l'impresa di famiglia non farà eccezione. Per sopravvivere alla crisi è necessario garantire la vitalità aziendale, puntare sulla sostenibilità e pensare, non solo a breve, ma anche a lungo termine.

 

La famiglia

 

Poiché il legame tra i parenti più vicini e l'impresa di famiglia è molto stretto, è fondamentale in questa fase così complessa, pensare a come agire per non danneggiare i rapporti familiari.
In questi momenti, l'azienda familiare deve puntare sulla trasparenza, convocare consigli di famiglia, ascoltare tutti i membri, così come coinvolgere consiglieri e consulenti indipendenti, perché aiutino a vedere le cose dall'esterno. La crisi non deve destabilizzare la coesione familiare.

 

Il patrimonio
La crisi dovrebbe anche spingere a migliorare la gestione delle risorse, al fine di evitare di uscire da questa complessa situazione con perdite nel patrimonio. Inoltre, bisognerebbe concentrarsi sulla diversificazione, per costruire altre fonti di reddito per la struttura.

 

La reputazione

 

I periodi di crisi possono danneggiare la reputazione di un'azienda, se vengono prese decisioni sbagliate, motivate dalla paura e dalla complessità della situazione. Sarà inevitabile prendere decisioni difficili, ma le imprese devono essere in grado di farlo in modo trasparente e di comunicarlo con chiarezza, tanto ai loro collaboratori, quanto ai loro clienti.

 

In CEDEC, siamo convinti che le imprese familiari prenderanno le decisioni migliori e adegueranno la loro strategia aziendale al perseguimento dell'eccellenza imprenditoriale.

 

https://www.cedec-group.com/it/cedec-partner/eccellenza-imprenditoriale

Design by IDWeaver